Assi – Il blog sul soccorso stradale

24 febbraio 2010

Nuova direttiva gestione rifiuti

Archiviato in: News — ale @ 10:36

Con la pubblicazione il 13 gennaio sul supplemento ordinario 10 della GU n° 9 del Decreto del Ministero dell’Ambiente 17 dicembre 2009, è entrato in vigore 14/01/2010, il sistema telematico per la tracciabilità dei rifiuti “SISTRI”. Il fine di questo DM è quello di eliminare: MUD, registri, formulari, cioè tutta la parte cartacea e di combattere il traffico illecito di rifiuti. Tutti i soggetti che in base alla normativà vigente sono tenuti a rispettare alcune norme, sono da ora assoggettati all’obbligo di strumenti informatici.

Per informazioni o iscrizione visitare il sito www.sistri.it oppure via fax al numero 800050863 o al numero verde 800003836.

5 commenti »

  1. la direttiva riguarda tutte le ditte o società di riparazioni veicoli ed è importante non sottovalutare le conseguenze inerenti il non rispetto della stessa

    Commento di CRICCHETTO — 24 febbraio 2010 @ 11:29

  2. Tutte le partite iva che sono obbligate alla compilazione e denuncia che producono scoccano trasportano scarti di materiali divenuti rifiuti!

    Commento di roberta — 18 aprile 2010 @ 17:24

  3. buon ferragosto a tutti i soccorritori stradali!!!

    Commento di MAURIZIO — 14 agosto 2011 @ 15:30

  4. Disponibili i contributi ambientali per il recupero dei PFU
    Scritto il 07 Settembre 2011

    Il Ministero dell’Ambiente (MATTM) ha comunicato i contributi ambientali validi per le aziende socie di Ecopneus (Bridgestone, Continental, Goodyear Dunlop, Marangoni, Michelin e Pirelli), relativamente ai prodotti dei loro marchi, da applicare a partire dal 7 settembre 2011, come previsto dal Decreto n. 82 del 11 aprile 2011. Nel documento fiscale di vendita del Pneumatico bisogna riportare la seguente dicitura: “contributo ambientale assolto ai sensi dell’art. 228 del D. Lgs. 3 aprile 2006, n.152″.

    A partire da oggi, 7 settembre, si avvia anche la gestione dei PFU: sarà dunque possibile per gli operatori del ricambio (“gommisti”), che si sono registrati ad Ecopneus, richiedere il ritiro gratuito dei PFU, inserendo la richiesta sul sito http://www.ritiropfu.it.
    Per chi non lo avesse ancora fatto, è possibile effettuare la registrazione.

    Contributi per i produttori associati ad Ecopneus (assoggettati ad IVA)
    Categoria Veicoli utilizzatori Pesi min-max (in Kg.) Contributo ambientale (€/pneumatico)
    A Ciclomotori e motoveicoli (ciclomotori, motocicli, motocarri, ecc.) A1 (2-8) 1,50
    B Autoveicoli e relativi rimorchi (autovetture, autovetture per il trasporto promiscuo, autocaravan, ecc.) B1 (6-18) 3,00
    C Autocarri, Autobus (autotreni, auto snodati, auto articolati, filoveicoli, trattori stradali, ecc.) C1 (20-40) 12,10
    C2 (41-70) 23,50
    D Macchine agricole, macchine operatrici, macchine industriali (trattori, escavatori, ecc.) D0 (<4) 0,90
    D1 (4-20) 4,00
    D2 (21-40) 9,80
    D3 (41-70) 18,80
    D4 (71-110) 29,00
    D5 (111-190) 55,00
    D6 (191-300) 120,00
    D7 (oltre 300) 326,00

    Commento di CRICCHETTO — 8 settembre 2011 @ 18:34

  5. Autorizzazione al trasporto auto da demolire o di carcasse o parti di auto demolite -
    Iscrizione all’Albo Smaltitoli presso Camera di Commercio
    Nota: il D. Lgs. 24 giugno 2003 n. 209 che ha per titolo “Attuazione della direttiva
    2000/53/CE relativa ai veicoli fuori uso” ribadisce la necessità della preventiva autorizzazione
    regionale per i nuovi centri di raccolta e l’adeguamento alla vigente normativa per quelli già
    esistenti.

    Commento di CRICCHETTO — 21 dicembre 2011 @ 17:54

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Lascia un commento

Funziona con WordPress